Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

n. 90 - CANTIERI: Prevenzione e Sicurezza

dossier
Acquista il singolo dossier, Pagine 280
€ 30,00

Modalità di acquisto

TRAMITE C/C:

Num. 10013209 intestato a:

Associazione Ambiente e Lavoro, Via Palmanova, 24 -20132 - Milano

[Specificare ABBONAMENTO DOSSIER AMBIENTE nella causale di versamento]

TRAMITE Bonifico Bancario Postale:

IBAN: IT 74 B 07601 01600 000010013209

[Specificare ABBONAMENTO DOSSIER AMBIENTE nella causale di versamento]

Iva già assolta dall'editore-Art.74 Comma 1 Lett. C del DPR 633/72.

Prezzi del Dossier
Costo di Listino 30,00€
(arretrati € 45,00)
Quantità
1
Quantità
2-8
Quantità
9-30
Quantità
31-oltre
Iscritti "Amblav-news€ 30,00 € 25,00 € 20,00 
Abbonati Professional e Expert€ 25,00 € 20,00 € 18,00Per preventivi tel. 02-27007164
dossier@amblav.it
Abbonati Sintalexpert€ 20,00€ 18,00 € 15,00  
&Descrizione
  • Numero: 90
  • Pagine: 280
  • Titolo: CANTIERI: Prevenzione e Sicurezza
  • Autori: a cura di: Eginardo Baron, Anna Guardavilla, Rino Pavanello, Sergio Rovetta
  • Edizione: Dossier Ambiente
  • Anno: 2010
  • Abstract:

    Questo Dossier Ambiente n. 90 “Cantieri: Prevenzione e Sicurezza” riprende, ampia e aggiorna una serie di produzioni precedenti dell’Associazione Ambiente e Lavoro in tema di salute e sicurezza nei cantieri, realizzate fin dalla costituzione dell’Associazione (1987), poi negli anni 90 con Dossier Ambiente n. 36 e 49 e il software tecnico-normativo collegato (“Cantieri-2”), proseguite in anni più recenti con un “pacchetto informativo-formativo”, realizzato sotto la direzione scientifica di Sergio Rovetta e di Eginardo Baron, realizzato nell’ambito di una specifica ricerca promossa da ISPESL, che vengono qui richiamati e ringraziati.

    Questo nuovo Dossier è aggiornato al D.Lgs. 81/2008, come modificato dal D.Lgs. 106/2009 e a tutte le sue successive modifiche ed integrazioni del cd Testo Unico.

    I dati sugli infortuni, mortali o che provocano lesioni gravissime e gravi, sono particolarmente alti nei lavori di cantiere, come esaminato nel primo capitolo.

    Ma gli stessi infortuni possono accadere - e purtroppo accadono - anche in realtà diverse dall’edilizia e comuni in altri settori ove - seppure più sporadicamente - possono essere svolti lavori pericolosi della stessa natura e pericolosità (si pensi alle cadute dall’alto).

    Lo stesso Titolo IV del D.Lgs. 81/2008, all’art. 88, comma 1, indica il campo di applicazione e prescrive che le disposizioni si devono applicare nei “cantieri temporanei e mobili, che sono definiti, dall’art. 89, comma 1, lettera A) come: qualunque luogo in cui si effettuano lavori edili o di ingegneria civile il cui elenco è riportato nell’allegato X.”

    E l’allegato X elenca come campo di applicazione tutti i luoghi ove si svolgono: “lavori di costruzione, manutenzione, riparazione, demolizione, conservazione, risanamento, ristrutturazione o equipaggiamento, la trasformazione, il rinnovamento o lo smantellamento di opere fisse, permanenti o temporanee, in muratura, in cemento armato, in metallo, in legno o in altri materiali…..”

    I cantieri temporanei e mobili, possono quindi essere presenti in ogni qualunque attività, industriale e di servizi, pubblica e privata e non solo nella sola edilizia, quale settore contrattuale o come comunemente intesa.

    L’aggiornamento contenuto in questo Dossier, pertanto, non si limita a presentare la tipologia dei nuovi adempimenti normativi e tecnici - ma interviene sul cuore delle problematiche collegate alla sicurezza nei cantieri.

    Il quadro che emerge dalla lettura dei problemi di sicurezza nei cantieri evidenzia il permanere di formazione inadeguata (quando non addirittura assente), oltre alle cause generali: inadeguatezza di macchine e attrezzature, mancato uso di DPI, mancanza o rimozione o errato utilizzo di protezioni, ecc...

    L’analisi svolta dei rischi e delle misure di prevenzione di questo Dossier non vuole quindi essere un elenco o un repertorio di tutte le norme applicabili, una check list, né una pubblicazione esaustiva di riferimento sulla sicurezza di macchine e impianti, ma focalizzare situazioni emblematiche all’interno delle priorità indicate dall’analisi dei determinanti degli infortuni, comportamenti e processi.

    L’obiettivo di questo Dossier è quello di indicare i principali rischi presenti e suggerire soluzioni o percorsi per conoscerli, valutarli e affrontarli, per rimuoverli o ridurli.

 > abbonati online

Abbonamenti a Dossier Ambiente
> ABBONAMENTO PROFESSIONAL
> ABBONAMENTO EXPERT
> ABBONAMENTO SINTALEXPERT:
> VEDI LE OFFERTE:

ABBONAMENTI

CHI SIAMO

Associazione Ambiente e Lavoro fondata da Rino Pavanello
Ambiente e Lavoro è una Associazione, senza scopo di lucro, riconosciuta dal Ministero dell'Ambiente con decreto 1 marzo 1988...

... [continua]

CERTIFICAZIONI

Sede accreditata dalla REGIONE LOMBARDIA per attivita' di formazione superiore e continua...segue

Certificato UNI ISO 29990:2011 n. P2650
---------------
Certificato UNI EN ISO 9001:2015 n. 8139