Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

"Gli infortuni sul lavoro aumentano? Facciamo prevenzione!" un documento del Movimento per la difesa e il miglioramento del SSN

Occorre rilanciare con forza la cultura della prevenzione definendo con chiarezza compiti e responsabilità di tutti gli attori della prevenzione, istituzionali e non. E' necessario poi verificare attentamente il rispetto degli adempimenti previsti per ottenere una stabile riduzione degli infortuni e un significativo miglioramento delle condizioni di tutela della salute sul lavoro.

Devolvi il tuo 5 x mille ad Associazione Ambiente e Lavoro Internazionale ONLUS
Dopo i rallentamenti nella riduzione degli infortuni degli scorsi anni sembra, stando ai primi dati INAIL per l’intero 2018, prendere corpo un aumento degli infortuni, totali e mortali, in particolare nei settori dell’industria e del terziario.

La prudenza nell’interpretare i dati forniti da INAIL è doverosa data la provvisorietà degli stessi e la mancanza di denominatori adeguati.
Purtuttavia, l’aumento dei casi è un brutto segno, oltretutto in un quadro di rallentamento economico, quale quello avviatosi nella seconda metà del 2018.

Per dare efficacia agli interventi di prevenzione negli ambienti di lavoro bisogna correggere tendenze deleterie che si sono aggravate in questi anni.
Occorre rilanciare la prevenzione e la cultura della prevenzione su tutti i fronti, definendo con chiarezza compiti e responsabilità di tutti gli attori, istituzionali e non, e misurandone con attenzione il doveroso adempimento, per garantire interventi mirati ed efficaci; soprattutto è necessario che gli imprenditori per primi svoltino pagina, e considerino davvero la sicurezza e la salute dei lavoratori un bene da difendere, tanto quanto la qualità
della produzione, e non qualcosa di cui doversi purtroppo occupare solo per evitare problemi
e sanzioni.

Il Movimento per la difesa e il miglioramento del SSN elenca e analizza sette punti fondamentali per ottenere e mantenere una stabile riduzione degli infortuni e un significativo miglioramento delle condizioni di tutela della salute sul lavoro.

Per leggere i sette punti andare al documento completo al primo link.