Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

"Indirizzi operativi per la diagnosi delle malattie professionali dell’apparato respiratorio" un volume INAIL

La crescente consapevolezza collettiva dei rischi occupazionali, effetto delle politiche di prevenzione, impone l’adozione di metodi sistematici nell’accertamento delle malattie professionali, utili anche all'auspicabile riduzione delle patologie professionali misconosciute.

Manuale di Primo Soccorso sula lavoro e in casa
L’esigenza di sviluppare un nuovo iter diagnostico accertativo nasce innanzitutto dal fatto che il rapporto fra malattie professionali tabellate e non tabellate si è ormai stabilmente spostato in favore di queste ultime. Già con la revisione delle tabelle delle malattie professionali del 1994, l’INAIL aveva fornito per ciascuna malattia tabellata una scheda in cui una sezione è specificamente dedicata agli accertamenti diagnostici necessari per la compiuta diagnosi.

Il continuo mutamento delle realtà lavorative e il crescere della consapevolezza collettiva dei rischi occupazionali (effetto delle politiche di prevenzione poste in campo nell’ultimo ventennio), le aggiornate evidenze scientifiche e le nuove ed affinate tecniche diagnostiche impongono l’adozione di un metodo sistematico nell’accertamento delle malattie professionali, utile ad uniformare la trattazione nei vari ambiti medici e alla riduzione auspicabile delle patologie professionali misconosciute. Ancora, va tenuto in debita considerazione che, a fronte dell’aumento delle denunce di malattie occupazionali (ed opinabilmente delle istruttorie per il riconoscimento delle prestazioni erogate dall’INAIL), il rapporto tra quelle riconosciute e quelle denunciate appare in progressiva diminuzione.

Il lavoro esposto nella pubblicazione "Indirizzi operativi per la diagnosi delle malattie professionali dell’apparato respiratorio" si propone di operare un riordino nell’ambito delle malattie dell’apparato respiratorio, la cui classificazione risulta quanto mai complessa per la difficoltà di individuare specifici gruppi con caratteristiche peculiari che non siano rinvenibili anche in altri.

INDICE

Premessa
Introduzione
Metodologia
1. Asma professionale
2. BPCO
3. Asbestosi e patologie asbesto-correlate
4. Silicosi
5. Alveoliti allergiche estrinseche
6. Altre pneumoconiosi e patologie respiratorie minori di origine professionale
Conclusioni
Allegati

Fonte: INAIL