Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

"L'applicazione della legge n. 68 del 22 maggio 2015 in materia di eco-reati a due anni dall'entrata in vigore del provvedimento" - Studio Legale Associato LCG

Pubblichiamo l'approfondimento "L'applicazione della legge n. 68 del 22 maggio 2015 in materia di eco-reati a due anni dall'entrata in vigore del provvedimento" a cura dello Studio Legale Associato LCG Lecis Cannella Grassi.

Devolvi il tuo 5 x mille ad Associazione Ambiente e Lavoro Internazionale ONLUS
L'applicazione della legge n. 68 del 22 maggio 2015 in materia di eco-reati a due anni dall'entrata in vigore del provvedimento

La legge n. 68/2015 “Disposizioni in materia di delitti contro l’ambiente”, all’esito di un lungo e complesso iter parlamentare, è stata definitivamente approvata il 22 maggio 2015 ed è entrata in vigore il 29 maggio 2015. Tale legge ha, in particolare, disposto l’inserimento della Parte Sesta –bis, relativa ai delitti contro l’ambiente, nel Libro Secondo del Codice Penale, attuando finalmente il riconoscimento dell’ambiente quale bene giuridico tutelato all’interno del Codice Penale, in ragione della sua rilevanza costituzionale. Gli obiettivi principali perseguiti dalla nuova legge sono stati, da un lato, l’inasprimento della repressione degli illeciti ambientali, attraverso l’introduzione di nuove fattispecie di reato e la previsione di pene più severe, e, dall’altro, l’incremento dell’efficacia preventiva, incentivando condotte di natura riparatoria, attraverso l’introduzione del meccanismo delle prescrizioni per le ipotesi contravvenzionali di cui alla Parte Sesta bis del d.lgs. 152/2006.
La legge n. 68/2015 ha, inoltre, previsto l’introduzione dei c.d. eco-reati nel catalogo dei reati presupposto della responsabilità amministrativa degli enti, pertanto in caso di commissione di uno dei suddetti reati nell’interesse o a vantaggio di una società, oltre alla
persona fisica, risponderà anche la società ai sensi del d.lgs. 231/01.

Per leggere l'articolo completo dello Studio Legale Associato LCG Lecis Cannella Grassi andare al primo link.

CHI SIAMO

Associazione Ambiente e Lavoro fondata da Rino Pavanello è una Associazione, senza scopo di lucro, riconosciuta dal Ministero dell'Ambiente...

[continua]

CERTIFICAZIONI

Sede accreditata dalla REGIONE LOMBARDIA per attivita' di formazione superiore e continua...segue

Certificato UNI ISO 29990:2011 n. P2650
---------------
Certificato UNI EN ISO 9001:2015 n. 8139