Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

"Misure di campi elettromagnetici nel dominio del tempo" di Franco Boffelli

Pubblichiamo l'approfondimento "Misure di campi elettromagnetici nel dominio del tempo" dell'Ing. Franco Boffelli.

Dossier 114
Misure di campi elettromagnetici nel dominio del tempo

Chiedo venia al lettore se inizio la trattazione di questo argomento partendo dall’analisi del quadro normativo ma purtroppo senza questo passaggio iniziale diventa complesso entrare nel merito della questione: cercherò di essere il più sintetico e chiaro possibile.
Innanzitutto occorre dividere la parte normativa che tutela l’esposizione della popolazione da quella dei lavoratori. Iniziamo con la prima.
La tutela dell’esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici è oggi regolata dalla legge quadro n. 36/2001 e successivi decreti attuativi del 08/07/2003 pubblicati in Gazzetta Ufficiale n. 199 del 28/08/2003 e n. 200 del 29/08/2003 rispettivamente per esposizione
a frequenze comprese fra 100 kHz e 300 GHz il primo e a frequenze di 50 Hz generate da elettrodotti il secondo.
In aggiunta ai decreti sopra citati si sono aggiunti, per la parte a 50 Hz, i due decreti del 2008 pubblicati in Gazzetta Ufficiale n. 156 del 05/07/2008 e n. 153 del 02/07/2008 che definiscono rispettivamente le metodologie di calcolo per la determinazione delle fasce di rispetto e le procedure di misura e valutazione dell’induzione magnetica.

L'articolo completo di Franco Boffelli è disponibile in area riservata.