Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

"Prove di resistenza per i parapetti provvisori (carichi FH3 e FD)" di Luca Rossi

Pubblichiamo nella rubrica "Diario di cantiere" l'approfondimento "Prove di resistenza per i parapetti provvisori (carichi FH3 e FD)" di Luca Rossi, ingegnere, ricercatore del Laboratorio cantieri temporanei o mobili del Dipartimento Innovazioni Tecnologiche presso INAIL.

Manuale di Primo Soccorso sula lavoro e in casa
Prove di resistenza per i parapetti provvisori (carichi FH3 e FD)

La norma UNI EN 13374:2013 prevede che la verifica rispetto ai carichi statici (classe A e B) possa essere effettuata attraverso calcoli o prove sperimentali specifiche. Le prove si distinguono in prove allo stato limite di operatività e prove allo stato limite di resistenza.

Le prove allo stato limite di resistenza oltre a quelle relative al carico FH1 sul montante, sul corrente principale e sulla tavola fermapiede prevedono anche quelle con:
- Carico relativo al vento massimo FMW perpendicolare al montante;
- Combinazione dei carichi QWW (vento di esercizio) e FH1 o FH2 (carichi statici sul corrente superiore o sulla tavola fermapiede) perpendicolari al corrente superiore;
- Carico FH3 parallelo al corrente superiore;
- Carico accidentale FD verticale su corrente superiore;
- Carico accidentale FD verticale su tavola fermapiede.

L'articolo completo di Luca Rossi è disponibile in area riservata.