Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

"Sicurezza sul lavoro e incidenti stradali - La necessità di identificare e prevenire i pericoli specifici" dell'Ing. Alessandro Mazzeranghi

Pubblichiamo il contributo "Sicurezza sul lavoro e incidenti stradali - La necessità di identificare e prevenire i pericoli specifici" dell'Ing. Alessandro Mazzeranghi, esperto in materia di Sicurezza sul Lavoro.

Sicurezza sul lavoro e incidenti stradali - La necessità di identificare e prevenire i pericoli specifici
dell'Ing. Alessandro Mazzeranghi

Premesso che, indipendentemente dalla possibilità di accertare le responsabilità penali, chi prevede per un proprio dipendente l'uso di un mezzo stradale di trasporto persone, deve porre attenzione alla sicurezza del dipendente medesimo, come per qualunque altra fase lavorativa, prevenendo i pericoli o proteggendo dalla eventuali conseguenze, e pur sempre vero che sono molti gli elementi esogeni e -incontrollabili che generano gli incidenti stradali, inclusi quelli sul lavoro.
Tali elementi esogeni (un'auto che non rispetta il semaforo rosso) sono solo astrattamente prevedibili, in pratica non lo sono affatto. Quindi il datare di lavoro si deve focalizzare sugli elementi che sono sotto il suo controllo.

Ma perché questo articolo proprio ora? Del tema mi occupo da quasi venti anni, ma solo oggi credo di aver raggiunto un equilibrio fra cose molto utili e altre insignificanti. L'esperienza conta tanto. Veniamo, sotto, allo stimolo specifico.

Uno studio dell'ACI sulle strade più pericolose d'Italia ha costituito lo spunto di questo articolo. Il tema è molto interessante e complesso in generale, ma qui noi vogliamo concentrarci su un solo, peculiare, aspetto: l'uso dei mezzi di trasporto persone ai fini di lavoro.

L'articolo completo dell'Ing. Alessandro Mazzeranghi è disponibile al link sottostante