Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

Assemblea mondiale della salute dell'OMS, aperta la 72ma edizione

Alla 72ma Assemblea mondiale della Salute dell'OMS, che si svolge a Ginevra dal 20 al 28 maggio 2019, l'Italia è promotrice di una proposta di risoluzione sulla trasparenza delle contrattazioni relative a medicinali, vaccini e altre tecnologie della salute.

Devolvi il tuo 5 x mille ad Associazione Ambiente e Lavoro Internazionale ONLUS
Si è aperta il 20 maggio 2019 a Ginevra la 72ma Assemblea mondiale della salute, il principale organo decisionale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, che riunisce al Palazzo delle Nazioni Unite, fino al 28 maggio, le delegazioni dei 194 Stati membri dell’organizzazione.

L’Italia è promotrice di una proposta di risoluzione dell’Assemblea mondiale della salute sulla trasparenza delle contrattazioni dei medicinali, dei vaccini e delle altre tecnologie della salute e, in tale contesto, co-organizza con la Repubblica di Corea un side-event ufficiale sullo stesso tema.

Un ulteriore side-event intitolato “Nutrition4Health”, questa volta co-organizzato con il Bangladesh, affronta il legame tra nutrizione, salute e malattie non trasmissibili, sottolineando l’importanza delle diete tradizionali, salutari e sostenibili, come la dieta mediterranea.

L’Assemblea mondiale della salute costituisce un forum unico e privilegiato di confronto, a livello internazionale, sui principali temi relativi alla salute globale. L’agenda include temi di assoluta attualità: oltre alle questioni inerenti al bilancio dell’OMS ed alla riforma della sua governance, legati al 13° Programma Generale di Lavoro promosso dal Direttore Generale Tedros Adhanom Ghebreyesus, le delegazioni nazionali sono chiamate a discutere tra gli altri temi di: accesso ai medicinali, programmi sanitari di emergenza (come quello volto a fronteggiare l’epidemia di ebola), malattie non trasmissibili e preparativi per l’evento di alto livello dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite sulla copertura sanitaria universale.