Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

Cassazione Penale: E' necessario adottare tutti i più moderni strumenti in commercio per garantire la sicurezza dei lavoratori

Cassazione Penale, Sez. 4, 19 ottobre 2017, n. 48293 - Il movimento della macchina deve risultare segregato e inaccessibile: è necessario adottare tutti i più moderni strumenti in commercio per garantire la sicurezza dei lavoratori.

Dossier 114
La Corte di Cassazione, in questa sentenza, si è così espressa: «L'infortunio si è verificato perché il lavoratore è stato messo nelle condizioni di raggiungere con la mano la zona pericolosa del macchinario, entrando in contatto diretto con i cilindri proprio per la mancata dotazione della macchina dei presidi di cui all'art. 70, comma, 2, d.lgs 81 del 2008 ed in particolare di quegli accorgimenti che prescrivevano "il movimento della macchina doveva risultare segregato e perciò inaccessibile anche in modo accidentale all'operatore".
La tesi, poi, secondo cui la protezione della parte del macchinario in cui fu introdotta la mano non si sarebbe potuta attuare, non altera la constatazione dello stato di deficienza, sotto il profilo della sicurezza e della prevenzione infortunistica, in cui versava il macchinario.
Peraltro, le argomentazioni della Corte territoriale in ordine alla possibilità di evitare l'infortunio dimostrata dall'esistenza in commercio della nuova macchina, successivamente acquistata dall'azienda sono conseguenza di un ragionamento logico originato dalla puntuale applicazione dei principi vigenti in materia secondo i quali è onere dell'imprenditore adottare nell'impresa tutti i più moderni strumenti offerti dalla tecnologia per garantire la sicurezza dei lavoratori ( Sez. 4, n. 6280 del 11/12/2007- dep. 2008- Mantelli, Rv. 238959).
Nè si può ritenere, come correttamente ancora i giudici di merito hanno rilevato, che l'A.D. abbia tenuto un vero e proprio contegno abnorme».