Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

Celebrazioni dell'EU-OSHA per il 25° anniversario della sua fondazione

Nel 2019, l’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (EU-OSHA) celebra i 25 anni di attività, durante i quali è riuscita a creare e mobilitare una rete paneuropea di partner impegnati a rendere i luoghi di lavoro europei più sicuri, sani e produttivi.

Devolvi il tuo 5 x mille ad Associazione Ambiente e Lavoro Internazionale ONLUS
L’EU-OSHA avvia le celebrazioni per il suo 25° anniversario, ripercorrendo i primi anni di vita dell’Agenzia e le tappe principali raggiunte in materia di salute e sicurezza sul lavoro all’interno dell’UE.

All’insegna dell'hashtag #EUOSHA25 e dello slogan "25 anni di lavoro congiunto per un’Europa sana e sicura" l’EU-OSHA celebra il proprio impegno volto a promuovere e a migliorare la sicurezza e la salute nei luoghi di lavoro europei svolgendo varie attività nel corso dell’anno.

Il tema della salute e della sicurezza sul lavoro (SSL) ha costituito il fulcro del progetto europeo fin dall’inizio con la creazione della Comunità europea del carbone e dell’acciaio (CECA). Il traguardo principale per la SSL nell’iter evolutivo dell’UE è stato raggiunto con la pubblicazione della direttiva quadro (89/391/CEE) nel 1989. Tale atto normativo stabiliva principi comuni e poneva la valutazione dei rischi al centro della legislazione sulla SSL. Nei primi anni ‘90 l’Europa registrava ogni anno oltre 4 milioni di infortuni sul lavoro, 8 000 dei quali mortali. In risposta a queste cifre scioccanti, la Commissione europea dichiarava il 1992 anno europeo della salute e della sicurezza sul lavoro, gettando le basi per la fondazione dell’EU-OSHA avvenuta nel 1994.

Gli ultimi 25 anni sono stati segnati da cambiamenti significativi nel mondo del lavoro e da cambiamenti senza precedenti all’interno dell’UE. Il futuro incerto comporta inevitabilmente nuove sfide in seguito agli sviluppi tecnologici, alle pressioni politiche e sociali nonché ai cambiamenti economici, demografici e della stessa UE. I forti legami esistenti tra l’EU-OSHA e i suoi partner, ossia Commissione europea, punti focali nazionali, parti sociali, partner delle campagne e relative parti interessate, sono utili per affrontare queste sfide.

A prescindere dai risvolti futuri, l’EU-OSHA e i suoi partner continueranno a impegnarsi per rendere l’Europa un luogo di lavoro più sicuro, più sano e più produttivo.

Fonte: EU-OSHA