Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

Codice della protezione civile, in G.U. il Decreto Legislativo di riforma del servizio nazionale

Il Decreto Legislativo n. 1 del 2 gennaio 2018 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 17 del 22/01/2018. Codice della protezione civile.

Dossier 114
DECRETO LEGISLATIVO 2 gennaio 2018, n. 1
Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 17 del 22/01/2018

Codice della protezione civile. (18G00011)

Entrata in vigore del provvedimento: 06/02/2018

Capo I - Finalità, attività e composizione del Servizio nazionale della protezione civile
Capo II - Organizzazione del Servizio nazionale della protezione civile
Sezione I - Eventi di protezione civile
Sezione II - Organizzazione del Servizio nazionale della protezione civile
Sezione III - Strumenti di coordinamento e integrazione del Servizio nazionale della protezione civile

Capo III - Attività per la previsione e prevenzione dei rischi
Capo IV - Gestione delle emergenze di rilievo nazionale
Capo V - Partecipazione dei cittadini e volontariato organizzato di protezione civile
Sezione I - Cittadinanza attiva e partecipazione
Sezione II - Disciplina della partecipazione del volontariato organizzato alle attività di protezione civile

Capo VI - Misure e strumenti organizzativi e finanziari per la realizzazione delle attività di protezione civile
Capo VII - Norme transitorie, di coordinamento e finali

Il testo definisce le finalità, le attività e la composizione del Servizio nazionale della Protezione civile, quale sistema che esercita la funzione di protezione civile costituita dall’insieme delle competenze e delle attività volte a tutelare l’integrità della vita, i beni, gli insediamenti e l’ambiente dai danni o dal pericolo di danni derivanti da eventi calamitosi di origine naturale o dall’attività dell’uomo. Sono comprese tra tali attività quelle volte alla previsione, prevenzione e mitigazione dei rischi, alla pianificazione e gestione delle emergenze e al loro superamento.