Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

Commissione europea e UNEP, siglato un accordo per il periodo 2021-2025 volto a rafforzare la collaborazione in favore dell'ambiente

La Commissione europea e il Programma delle Nazioni Unite per l'ambiente (UNEP), con nuovo accordo firmato il 26 febbraio 2021, convengono di rafforzare la cooperazione per affrontare le crisi relative a clima, biodiversità e inquinamento.

Devolvi il tuo 5 x mille ad Associazione Ambiente e Lavoro Internazionale ONLUS
Il 26 febbraio 2021 la Commissione europea, rappresentata dal Commissario per l'Ambiente, gli oceani e la pesca Virginijus Sinkevičius, e il Programma delle Nazioni Unite per l'ambiente (UNEP), rappresentato dal Direttore esecutivo Inger Andersen, hanno convenuto di rafforzare la collaborazione tra le due istituzioni nel periodo 2021-2025.

Una maggiore attenzione alla promozione dell'economia circolare, alla protezione della biodiversità e alla lotta contro l'inquinamento sono al centro del nuovo accordo teso a una maggiore collaborazione.

Il Commissario Sinkevičius ha dichiarato: "Accolgo con favore questa nuova fase di collaborazione con il Programma delle Nazioni Unite per l'ambiente, che ci aiuterà ad attuare il Green Deal europeo e a conseguire gli obiettivi di sviluppo sostenibile, ma anche a stabilire una forte alleanza in vista dei vertici fondamentali che si terranno nel corso dell'anno".

Il Commissario Sinkevičius e il Direttore esecutivo Andersen hanno firmato, durante un incontro virtuale, un nuovo allegato a un memorandum d'intesa del 2014.

La firma del documento arriva proprio dopo la quinta riunione dell'assemblea delle Nazioni Unite per l'ambiente, tenutasi la settimana scorsa, e il varo dell’Alleanza globale sull'economia circolare e l'efficienza delle risorse, in un momento in cui la comunità mondiale cerca di rispondere alla pandemia di COVID-19 e alle pressanti emergenze legate al clima, alle risorse e alla biodiversità.

I partner hanno sottolineato la necessità di mobilitare tutti i settori della società per realizzare una transizione verde e digitale a un futuro sostenibile.