Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

Coronavirus, il decreto con le misure urgenti per la gestione dell'emergenza e i numeri verdi regionali di Lombardia e Veneto

Il Decreto-Legge n. 6, del 23 febbraio 2020, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 45 del 23/02/2020. Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19. Entrata in vigore del provvedimento: 23/02/2020.

 Smart Working
In attesa dell’adozione formale dei provvedimenti consequenziali previsti dal Decreto-Legge n. 6, del 23 febbraio 2020, "Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19", approvato in Consiglio dei Ministri il 22 febbraio, per motivi precauzionali, il Ministero dell'università e della ricerca invita le Istituzioni universitarie e quelle di alta formazione presenti nelle Regioni Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna a sospenderee, fino al 29 febbraio 2020, l’attività didattica. Anche il Piemonte ha sospeso le lezioni all'università.
Per quanto riguarda le scuole si invita a far riferimento alle autorità locali delle Regioni dove sono presenti focolai.

La protezione civile invita a recarsi nei pronto soccorso o nelle strutture sanitarie e a chiamare i numeri di emergenza soltanto se strettamente necessario. La Lombardia e il Veneto hanno attivato punti di contatto aggiuntivi dove si possono segnalare problemi di salute e chiedere informazioni. Per far fronte alle numerose richieste è necessario contattare questi numeri soltanto se necessario.

Le indicazioni della Regione Lombardia
I cittadini che risiedono nei Comuni lombardi indicati nell'ordinanza del 21 febbraio e hanno sintomi influenzali non devono recarsi in pronto soccorso ma chiamare il numero verde unico regionale 800.89.45.45
Oppure chiamare il 112 o per informazioni generali il numero 1500.

Le indicazioni della Regione Veneto
Le persone che temono di essere entrate in contatto con soggetti infetti, ma che non hanno alcun sintomo o che presentano sintomi lievi come febbre e/o tosse senza difficoltà respiratoria, non devono chiamare il 118 e non devono recarsi in ospedale; devono rivolgersi al numero verde 800.46.23.40.
In caso di dubbi o sospetti chiamare il 1500, in caso di sintomi non andare in ospedale ma chiamate il 118.

La collaborazione dei cittadini è fondamentale per fronteggiare l'emergenza Coronavirus.