Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

Dal Parlamento Europeo un grande voto a favore della natura e della biodiversità

A Strasburgo vince la biodiversità: i parlamentari approvano il report Mid term review della Strategia sulla biodiversità, con 592 voti a favore e solo 52 contro. “Una grande vittoria per la natura, un ottimo auspicio in vista del voto definitivo di aprile” dichiarano Legambiente, Lipu-BirdLife Italia e WWF Italia.

Dossier 114
Difendere le direttive europee, rafforzarle e applicarle con rigore in tutti i Paesi dell’Unione europea. E’ quanto ha deciso oggi il Parlamento europeo approvando con 592 voti a favore (e solo 52 contro) il report Mid term review della Strategia sulla biodiversità al 2020.

Lo annunciano con grande soddisfazione Legambiente, Lipu-BirdLife Italia e WWF Italia che sottolineano l’importanza di questo passaggio parlamentare europeo soprattutto in vista della conclusione della Fitness Check (ossia il percorso di valutazione del loro stato di salute), sulle direttive Habitat e Uccelli che consentono di tutelare le specie e gli habitat più preziosi d’Europa, il cui voto finale è previsto al Parlamento europeo per il prossimo mese di aprile, a chiusura di un lungo percorso iniziato nella primavera del 2015.

Un voto benaugurante, quello di Strasburgo, indispensabile per permettere alla Strategia sulla biodiversità di raggiungere gli obiettivi prefissati, anche e soprattutto grazie al rafforzamento delle due direttive sulla tutela della natura.

“Siamo molto soddisfatti del risultato del voto di Strasburgo – dichiarano le associazioni – anche se la partita delle direttive Habitat e Uccelli non è ancora del tutto chiusa. Tuttavia, possiamo dire che la strada è segnata in senso positivo: ora anche il Parlamento europeo, dopo i 500mila cittadini europei che hanno sottoscritto l’anno scorso la petizione internazionale, è convinto che le direttive Uccelli e Habitat sono essenziali per il progetto europeo, non vanno toccate e anzi vanno applicate con pienezza e convinzione. Un successo straordinario – concludono Legambiente, Lipu e Wwf Lipu - per le associazioni impegnate nella campagna #allarmenatura e per i milioni di cittadini europei che vogliono una natura più tutelata”.

Fonte: WWF