Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

Disponibile il rapporto ASviS 2017 "L'Italia e gli obiettivi di sviluppo sostenibile"

Il Rapporto ASviS 2017 si presenta come uno strumento unico per comprendere la posizione dell'Italia nei confronti dei singoli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile. Mostra in modo nitido cosa accade oggi e disegna scenari per l’evoluzione del Paese al 2030 in base alle politiche adottate.

Riuscirà l'Italia a ridurre drasticamente la povertà, la disoccupazione e le disuguaglianze, a proteggere l’ambiente e contrastare i cambiamenti climatici, a migliorare la qualità della vita dei cittadini e a dotarsi di infrastrutture adeguate? A che punto si trova nella sua strada verso il raggiungimento dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile sanciti dall’Agenda 2030 dell’ONU e sottoscritta esattamente due anni fa? Come può il Paese mettere in campo politiche tanto efficaci da superare i ritardi esistenti e centrare i target previsti al 2020 e al 2030, diventando sostenibile sul piano economico, sociale e ambientale? E il Governo ha adottato nell’ultimo anno misure adeguate per rispondere alle sfide dei nostri tempi?

A queste domande risponde il Rapporto ASviS 2017, uno strumento unico per comprendere la posizione dell'Italia nei confronti dei singoli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, anche grazie all’uso di innovativi indicatori sintetici e strumenti analitici in grado di mostrare in modo nitido cosa sta accadendo oggi e disegnare scenari per l’evoluzione del Paese al 2030 in base alle diverse politiche adottate.

Grazie al contributo di oltre 300 esperti delle 175 organizzazioni aderenti all’ASviS, il Rapporto contiene anche una valutazione degli interventi attuati dal Governo nel corso dell’ultimo anno in campo economico, sociale e ambientale, e propone le politiche da intraprendere nei prossimi mesi, cioè prima della fine della legislatura, e successivamente, per portare l’Italia su un sentiero di sviluppo sostenibile.

Fonte: ASviS