Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

Disponibili gli atti del seminario "Confronto tra esperienze di team work di ergoformatori"

Pubblicate le relazioni degli interventi del seminario "Confronto tra esperienze di team work di ergoformatori" tenutosi il 20 febbraio 2020 a Milano.

Dossier Ambiente n. 123
Confronto tra esperienze di team work di ergoformatori
Milano, 20 febbraio 2020

PRESENTAZIONE DEL SEMINARIO
Le patologie da sovraccarico biomeccanico costituiscono, ormai da diversi anni, una vera e propria emergenza. Queste situazioni patologiche sono particolarmente rappresentate nei settori dei servizi alla persona (ospedali, residenze sanitarie per anziani, assistenza a pazienti non autosufficienti, assistenza nel settore dell’infanzia). La letteratura ormai da diverso tempo ha confermato che in tali contesti l’assistenza può comportare un sovraccarico biomeccanico dell’apparato locomotore che eccede i limiti consentiti soprattutto nei distretti rachide dorso lombare e spalla.
L’esperienza europea (ergocoaches) ed internazionale (peerleaders, ergorangers) ha già ampiamente sottolineato l’importanza dell’introduzione di ergocoaches ai fini di gestione del personale, riduzione dei rischi, dei costi e migliore qualità dell’assistenza.
Il seminario vuole indagare sull’efficacia dell’introduzione di Ergoformatori sia in RSA/ospedali che in altre tipologie di aziende (industria) per i seguenti aspetti:
- riduzione del rischio da sovraccarico biomeccanico;
- utilizzo delle attrezzature/ausili fornite;
- riduzione assenze per malattia;
- utilizzo di una “risorsa aziendale” per la gestione del rischio specifico;
- ostacoli all’inserimento degli ergoformatori in una complessiva strategia aziendale di riduzione del rischio.

PROGRAMMA
PRIMA PARTE: ERGOCOACHES IN EUROPA
SECONDA PARTE: TAVOLA ROTONDA Ergoformatori come risorse aziendali in differenti aziende
TERZA PARTE: LA PAROLA AGLI ERGOFORMATORI DELLA SANITA'