Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

EEA, presentato l’annuale "Rapporto sulle emissioni di gas a effetto serra"

Le emissioni totali di gas a effetto serra nell'Unione europea (UE) sono diminuite dello 0,4% nel 2016, secondo gli ultimi dati ufficiali pubblicati dall'Agenzia europea dell'ambiente nell’annuale "Rapporto sulle emissioni di gas a effetto serra". L'utilizzo di meno carbone per produrre calore ed elettricità è stato sufficiente a ridurre leggermente le emissioni totali nonostante l'aumento delle emissioni dei trasporti per il terzo anno consecutivo.

Dossier 114
L'"Annual European Union greenhouse gasinventory 1990–2016 and inventory report 2018" dell'Agenzia europea dell'ambiente mostra una diminuzione dello 0,4% delle emissioni totali di gas serra dell'UE nel 2016, rispetto al 2015. Dal 1990 al 2016, l'UE ha ridotto le emissioni nette di gas a effetto serra del 22,4%, superando l'obiettivo di riduzione del 20% entro il 2020. Queste cifre comprendono le emissioni del trasporto aereo internazionale, che sono coperte dagli obiettivi dell'UE ma non sono contabilizzate nei totali nazionali nell'ambito della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (UNFCCC).

Il documento mostra che il calo delle emissioni nel 2016 è stato principalmente dovuto all'utilizzo di meno carbone per produrre calore ed elettricità. Le emissioni di gas serra derivanti dal trasporto su strada sono invece aumentate per il terzo anno consecutivo. Anche le emissioni nel settore residenziale e commerciale sono aumentate perché l'inverno del 2016 è stato più freddo dell'inverno del 2015.

Le emissioni di gas a effetto serra dell'UE sono diminuite dal 1990 come risultato combinato di politiche, fattori economici e, in media, inverni più miti, come dimostra l'analisi dell'EEA. I maggiori tagli alle emissioni sono stati effettuati nel settore energetico, grazie a miglioramenti dell'efficienza energetica, a un maggiore uso di energie rinnovabili ea un mix meno carbonifero di combustibili fossili: più gas, meno carbone e petrolio.

Sebbene gli sviluppi del 2016 siano positivi, ci sono già indicazioni che le emissioni di gas serra dell'UE sono aumentate nel 2017, avverte l'analisi dell'EEA. L'Agenzia europea dell'ambiente pubblicherà le stime preliminari delle emissioni del 2017 in autunno.

Fonte: EEA