Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

EU-OSHA: pubblicata la nuova guida europea sulla silice cristallina respirabile nei cantieri

La guida fornisce agli ispettori nazionali del lavoro informazioni su come affrontare i rischi per i lavoratori derivanti dall’esposizione alla silice cristallina respirabile (RCS) nei cantieri.

Il comitato degli alti responsabili dell’ispettorato del lavoro (CARIP), assieme al ministero del Lavoro dei Paesi Bassi (ispezione del lavoro), ha pubblicato una guida destinata agli ispettori nazionali del lavoro su come affrontare i rischi per i lavoratori derivanti dall’esposizione alla silice cristallina respirabile (RCS) nei cantieri.

La silice cristallina respirabile è ampiamente presente in svariati settori industriali nei luoghi di lavoro dei paesi dell’UE ed è nota perché causa gravi malattie, quali la silicosi, la broncopneumopatia cronica ostruttiva (COPD) e il cancro ai polmoni. Il lavoro nei cantieri è il fulcro di questa guida, a causa della sua ampia diffusione in Europa e degli elevati rischi in termini di potenziale di esposizione e dell’ampio numero di lavoratori potenzialmente esposti.

La guida fornisce agli ispettori nazionali del lavoro informazioni di riferimento su RCS, rischi per la salute, quadro normativo, misure di controllo, oltre a una serie di elenchi delle attività riguardanti la RCS. Sono inoltre consigliate possibili azioni in cui si può individuare un rischio potenziale per la salute ascrivibile alla RCS, elevato, medio o basso, sulla base della portata e del livello dei controlli effettuati dagli ispettori al momento dell’accertamento.


Fonte: EU-OSHA