Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

EU-OSHA, il ruolo dei big data e dell’intelligenza artificiale nell'ambito della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro

L'Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro pubblica due articoli sul futuro ruolo dei big data e dell’intelligenza artificiale relativamente alla gestione dei rischi e alla salute e sicurezza sui luoghi di lavoro in Europa.

Devolvi il tuo 5 x mille ad Associazione Ambiente e Lavoro Internazionale ONLUS
L’uso dei big data, unitamente alla tecnologia dell’apprendimento automatico, si diffonde sempre più nei luoghi di lavoro in Europa. Due nuovi documenti di discussione prospettici esaminano i benefici e i potenziali rischi connessi all’utilizzo di tali sviluppi digitali per la salute e la sicurezza sul luogo di lavoro.

Il primo articolo, che verte sull’uso dei big data per l’efficienza delle ispezioni, esamina gli obiettivi delle ispezioni nel settore della salute e sicurezza sul luogo di lavoro (SSL).
Il secondo articolo descrive gli ambiti e le modalità di applicazione dell’intelligenza artificiale (IA), ad esempio i processi decisionali sul luogo di lavoro nel settore delle risorse umane (analisi dei dati relativi agli individui, procedure di assunzione), la robotica con IA aumentata, i bot di chat nei centri di assistenza o le tecnologie indossabili nella linea di assemblaggio di una produzione.

Entrambi gli autori concludono che la soluzione migliore consiste nel coniugare l’intervento umano e l’IA. Gli autori formulano raccomandazione su come gestire i rischi più importanti. È opportuno evidenziare che non è la tecnologia da sola a generare benefici o rischi per la SSL: è la sua applicazione a creare condizioni negative o positive.

Fonte: EU-OSHA