Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

Igiene e sicurezza del lavoro, l’esperienza del Sistema nazionale per la protezione dell'ambiente (SNPA)

Da 13 anni è attivo un Centro interagenziale che monitora la sicurezza dei lavoratori di ISPRA e delle Agenzie ambientali italiane e predispone indirizzi, indicazioni operative utili e promuove attività di formazione del personale, ne parla il Coordinatore l'Ing. Fabio Cianflone.

Istituito nel 2004, il Centro interagenziale "Igiene e Sicurezza del Lavoro" è un polo specialistico nato per garantire uno dei diritti fondamentali sanciti dalla Costituzione italiana. La sicurezza sul luogo di lavoro è quel complesso di servizi a tutela della salute, del benessere e della prevenzione dei rischi a cui sono sottoposti i lavoratori.

L’idea di costituire un Centro dove poter mettere a confronto le simili esperienze lavorative dei 10.000 addetti del Sistema SNPA nacque in un periodo, i primi anni del Duemila, in cui le Agenzie ambientali erano state costituite in quasi tutte le regioni. L’esigenza di confrontarsi sulla sicurezza dei lavoratori emerse quasi spontanea tra coloro che si trovavano ad affrontare contesti e rischi ambientali assai simili nelle diverse realtà locali. Si pensò così di avviare un lavoro in rete di "benchmarking" che consentisse di omogeneizzare, raccordare ed integrare soluzioni e scelte già positivamente adottate dalle singole Agenzie. Un tale modello operativo consentì, e tuttora consente, un’ottimizzazione delle risorse delle componenti del Sistema, che in questo modo non devono affrontare spese per consulenze esterne.

Salute dell’ambiente e salute dei lavoratori sono due elementi che in SNPA viaggiano sullo stesso binario. Oltre all’operatività all’interno degli uffici di ISPRA e delle Arpa/Appa, gli addetti alla sicurezza si occupano del controllo delle attività dei laboratori, dove si lavora a contatto con agenti chimici e biologici, e di tutte quelle funzioni che gli esperti ambientali sono chiamati a svolgere al di fuori delle sedi: attività in esterno che vanno dalle ispezioni sul territorio, a quelle presso gli impianti industriali, in ambienti contaminati, nelle centrali nucleari, in situazioni di esposizione agli agenti fisici (campi elettromagnetici, rumore), nonché a tutte le missioni in emergenza dove i tecnici affrontano rischi ambientali come alluvioni, terremoti, frane.

Il Centro interagenziale "Igiene e Sicurezza del Lavoro" tra le sue principali attività eroga corsi di formazione sulla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro per datori di lavoro, dirigenti, preposti e lavoratori e per i Responsabili e Addetti dei Servizi di prevenzione e protezione del SNPA. E’ stato anche formalizzato un elenco di formatori in materia di igiene, salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, interno al Sistema Agenziale che raccoglie le migliori competenze realizzando così una forte economia di scala.

Elabora altresì documenti su temi, di interesse comune a dei componenti del Sistema agenziale per la sicurezza dei lavoratori, tutte disponibili online sul sito di ISPRA nelle pagine dedicate a SNPA. Tra gli ultimi lavori, due manuali sul rischio chimico e sui modelli organizzativi dei sistemi di gestione della sicurezza sui luoghi di lavoro.

Il Centro si compone di un Responsabile espresso dall’ISPRA e da un referente per ciascuna Agenzia (di norma i Responsabili dei Servizi di Prevenzione e Protezione). Il Responsabile del Centro è designato dal Presidente dell’ISPRA e svolge la funzione di coordinamento, assicurando il conseguimento degli obiettivi ed il rendiconto economico delle attività. Le attività sono autorizzate dal Consiglio SNPA per il tramite del Referente, attualmente espresso dal Direttore generale di Arpa Liguria.