Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

Il "Decennio per il ripristino degli ecosistemi" 2021-2030 delle Nazioni Unite è un appello per la protezione di tutti gli ecosistemi degradati o distrutti

Il Decennio delle Nazioni Unite per il ripristino degli ecosistemi mira a prevenire, arrestare e invertire il degrado degli ecosistemi in ogni continente e oceano, combattendo il cambiamento climatico, la povertà e le estinzioni.

L’Assemblea generale delle Nazioni Unite, con la risoluzione dell'1 marzo 2019, ha proclamato il "Decennio per il ripristino degli ecosistemi", con l’obiettivo di potenziare in modo rilevante il ripristino degli ecosistemi degradati o distrutti come misura per combattere le crisi climatiche e migliorare la sicurezza alimentare, l’approvvigionamento idrico e la biodiversità.

Il Decennio, coordinato dall’UNEP e dalla FAO, inizia nel 2021 e termina nel 2030, anno che coincide con la scadenza per il conseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile e rappresenta la deadline che gli scienziati hanno fissato come termine per prevenire gli eventi catastrofici dei cambiamenti climatici.

La strategia del Decennio delle Nazioni Unite per il ripristino degli ecosistemi si basa su dieci azioni che contano, da rispettare ogni giorno, per poter costruire una #GenerationRestoration.

1. Rafforzare il movimento globale
2. Investire nel ripristino dell’ecosistema
3. Impostare i giusti incentivi
4. Celebrare la leadership
5. Promuovere cambiamenti comportamentali
6. Investire nella ricerca
7. Aumentare la capacità
8. Celebrare la cultura del ripristino
9. Costruire la prossima generazione
10. Ascoltare e imparare

Il Decennio per il ripristino degli ecosistemi verrà lanciato ufficialmente il 5 giugno 2021 in occasione della Giornata mondiale dell'ambiente.