Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

Il Ministero della salute pubblica i risultati del controllo ufficiale sui residui di prodotti fitosanitari negli alimenti per l'anno 2016

Il controllo ufficiale degli alimenti e delle bevande ha la finalità di verificare e garantire la conformità dei prodotti alle disposizioni legislative oltre che di prevenire i rischi per la salute pubblica, di proteggere gli interessi dei consumatori e assicurare la lealtà delle transazioni commerciali.

Dossier 114
Controllo ufficiale sui residui di prodotti fitosanitari negli alimenti. Risultati in Italia per l'anno 2016
A cura di Ministero della salute
Anno 2018
Periodo di riferimento 2016


INTRODUZIONE

Il controllo ufficiale degli alimenti e delle bevande, di cui al Regolamento CE 882/2004 del 29 aprile 2004 ha la finalità di verificare e garantire la conformità dei prodotti in questione alle disposizioni legislative dirette a prevenire i rischi per la salute pubblica, a proteggere gli interessi dei consumatori e ad assicurare la lealtà delle transazioni commerciali.

Il controllo ufficiale è relativo sia ai prodotti italiani o di altra provenienza destinati ad essere commercializzati nel territorio nazionale che a quelli destinati ad essere esportati in un altro Stato dell'Unione Europea o in uno Stato terzo. Esso riguarda tutte le fasi della produzione, della trasformazione, del magazzinaggio, del trasporto, del commercio, della somministrazione, dell'importazione e consiste in uno o più delle seguenti operazioni:
• ispezione;
• prelievo dei campioni;
• analisi di laboratorio dei campioni prelevati;
• controllo dell'igiene del personale addetto;
• verifica della tracciabilità , del materiale scritto e dei documenti di vario genere;
• verifica dell’implementazione del sistema haccp ed esame dei sistemi di verifica
installati dall'impresa e dei relativi risultati.

Il controllo ufficiale deve essere eseguito periodicamente, in base ad una valutazione dei rischi e con frequenza appropriata, tenendo conto:
• dei rischi identificati associati con gli alimenti, con le aziende del settore degli alimenti, con
l’uso degli alimenti o con qualsiasi trasformazione di materiale o sostanza attiva o operazione
che possono influire nella sicurezza degli alimenti;
• dei dati precedenti relativi agli operatori del settore degli alimenti per quanto riguarda la
conformità alla normativa in materia di alimenti;
• dell’ affidabilità dei propri controlli già eseguiti;
• di qualsiasi informazione che possa indicare un’eventuale non conformità.

Il Servizio Sanitario Nazionale (di seguito nominato S.S.N.) si avvale di numerosi organismi sia a livello centrale che territoriale per l'espletamento delle attività di vigilanza e controllo ufficiale sugli alimenti e sulle bevande.

A livello nazionale ed a livello regionale sono affidate prevalentemente, oltre ai compiti normativi nell'ambito delle diverse competenze, le funzioni di programmazione, indirizzo e coordinamento, mentre le funzioni di controllo sulle attività di produzione, commercio e somministrazione degli alimenti e delle bevande competono alle Aziende Sanitarie Locali (di seguito chiamate A.S.L.)