Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

INAIL, raccomandazioni di salute e sicurezza nei cantieri post sisma

La pubblicazione "Cantieri post sisma - Raccomandazioni di salute e sicurezza" è frutto della collaborazione tra istituzioni pubbliche e privati e rappresenta un contributo per tutti coloro che a vario titolo sono chiamati all’individuazione e applicazione di idonee misure di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori, in un contesto lavorativo compromesso sotto il profilo prevenzionistico a causa dei danni prodotti dai sismi.

Devolvi il tuo 5 x mille ad Associazione Ambiente e Lavoro Internazionale ONLUS
L'idea di elaborare le raccomandazioni contenute nella pubblicazione Inail "Cantieri post sisma - Raccomandazioni di salute e sicurezza" è nata dalla constatazione che il "cantiere post sisma", specie in un contesto come quello delle aree colpite dal terremoto del 2016 nel centro Italia, è un luogo a maggior rischio infortunistico per la precarietà dei manufatti su cui si opera e per il particolare contesto ambientale oltre che sociale.

In questo luogo di lavoro, alle usuali norme antinfortunistiche, si deve aggiungere l'attenta scelta delle tecniche d'intervento al fine di non indurre sollecitazioni all'edificio tali da comprometterne la sua stabilità locale o globale ovvero si deve tener conto degli effetti collaterali delle tecniche d'intervento in modo da mettere in atto preventivamente accorgimenti provvisionali e misure di protezione tali da scongiurare conseguenti eventi dannosi per i lavoratori.
Inoltre, bisogna tener ben presente il contesto ambientale entro cui l'intervento si colloca, allargando l'analisi prevenzionistica a scala maggiore, dal cantiere a quella urbana, se non suburbana.
Per questi motivi, oltre alla mera applicazione delle norme antinfortunistiche, servono scelte progettuali e organizzative mirate, in quanto queste assumono un rilievo fondamentale ai fini prevenzionistici. Da esse dipende il livello di sicurezza e salute non solo nel cantiere ma anche nel contesto entro cui il singolo cantiere agisce.

In questa ottica le "raccomandazioni" fornite dal volume Inail non vogliono aggiungere nulla alle norme esistenti, ma traggono origine da queste per adattarle alla specificità degli interventi e dei luoghi.

Fonte: INAIL