Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

La qualità dell’aria indoor in relazione al contenimento del rischio di contagio da COVID-19

Risulta fondamentale nella tutela della salute dei cittadini e dei lavoratori garantire una buona qualità dell’aria indoor. Alcuni documenti forniscono una serie di raccomandazioni da seguire anche il presenza di impianti di climatizzazione e ventilazione.

Devolvi il tuo 5 x mille ad Associazione Ambiente e Lavoro Internazionale ONLUS
Il Rapporto ISS COVID-19 n. 5/2020 "Indicazioni ad interim per la prevenzione e gestione degli ambienti indoor in relazione alla trasmissione dell’infezione da virus SARS-CoV-2" illustra come per contrastare la diffusione dell’epidemia da virus SARS-CoV-2, risulti fondamentale nella tutela della salute dei cittadini e dei lavoratori garantire una buona qualità dell’aria indoor. Il rapporto fornisce una serie di raccomandazioni da seguire sia negli ambienti domestici che lavorativi per mantenere un buon livello di qualità dell’aria indoor in relazione al contenimento del rischio di contagio da COVID-19.

Relativamente all'argomento l’associazione AiCARR fornisce dei tre documenti che focalizzano l'attenzione sul ruolo degli impianti di climatizzazione e ventilazione:
- "Posizione di AiCARR di funzionamento degli impianti di climatizzazione durante l'emergenza SARS-CoV2-19";
- "Protocollo per la riduzione del rischio da diffusione del SARS-CoV2-19 mediante gli impianti di climatizzazione e ventilazione esistenti";
- "Gli impianti e la diffusione del SARS-CoV2-19 nei luoghi di lavoro".

Fonte: ISS