Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

La storia del Centro Protesi nel volume "L'INAIL per la riabilitazione"

La pubblicazione "L'INAIL per la riabilitazione" descrive le attività, l’organizzazione, la storia e l’evoluzione del Centro Protesi di Vigorso di Budrio.

L’INAIL da sempre assolve ai suoi fini istituzionali con grande attenzione agli aspetti umani e sociali, che caratterizzano le particolari condizioni in cui vengono a trovarsi le persone che subiscono un evento lesivo, durante l’attività lavorativa.
Uno degli avvenimenti più drammatici che può accadere ad un individuo è sicuramente il subire un trauma che comporti l’amputazione di uno o più arti o una lesione midollare.
Grazie ad una cultura aziendale fortemente improntata al sociale, l’INAIL ha potuto avviare e consolidare nel tempo una rilevante attività mirata al reinserimento dei lavoratori infortunati.
Questa filosofia ha trovato la sua massima espressione nel Centro Protesi INAIL struttura che dal 1961 si occupa della riabilitazione dei lavoratori infortunati, considerando la persona nella sua globalità, sia dal punto di vista funzionale sia dal punto di vista psicosociale, puntando sulle abilità e sulle risorse di ogni singolo individuo. Per questo motivo, il Centro per la sperimentazione ed applicazione di protesi e presidi ortopedici di Vigorso di Budrio è una realtà unica che, alla realizzazione di protesi e dispositivi personalizzati e tecnologicamente avanzati, affianca una contestuale attività di riabilitazione ed addestramento all’uso del presidio ortopedico.

Fonte: INAIL