Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

Nasce la "Task force Ambiente e Salute" presso il Ministero della salute

Insediata presso il Ministero della salute la "Task force Ambiente e Salute" che ha il compito di sviluppare una collaborazione sinergica tra le strutture sanitarie di prevenzione e il sistema nazionale per la protezione ambientale in Italia.

Manuale di Primo Soccorso sula lavoro e in casa
Il giorno 11 gennaio 2018 si è insediata presso il Ministero della salute la "Task force Ambiente e Salute" formata da oltre 50 componenti che rappresentano numerosi Ministeri, Regioni, Enti e Associazioni. Si tratta di un gruppo di lavoro e di coordinamento nazionale che ha il compito di individuare le problematiche che impediscono la piena collaborazione tra le strutture sanitarie di prevenzione e il sistema nazionale per la protezione ambientale in Italia.

La costituzione della Task force nasce da un impegno preso a novembre dal Ministro della salute al "G7 della Salute" di Milano ed è sostenuta da CIIP - Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione che già l’anno scorso nel seminario del 3 aprile "Ambiente e sostenibilità" affermava la sua utilità.

All'interno della Task force Ambiente e Salute sono stati costituiti 4 sottogruppi di lavoro, con il compito di presentare una relazione al Ministro, che porterà le criticità in Conferenza Stato Regioni:
- le valutazioni di impatto sulla salute nei procedimenti autorizzativi;
- l’insufficiente formazione degli operatori sulle tematiche ambiente e salute;
- le modalità di comunicazione del rischio;
- le norme previste e non attuate.

Le attività scelte sono quelle presenti nel Piano Nazionale e nei Piani Regionali di prevenzione. Sono previste riunioni trimestrali e la nomina di un coordinatore per ogni gruppo.

Fonte: CIIP