Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

Norma UNI EN 1992-4, progettazione delle strutture in calcestruzzo

Pubblicata in lingua italiana dalla Commissione Ingegneria strutturale la norma UNI EN 1992-4:2018 "Eurocodice 2 - Progettazione delle strutture di calcestruzzo - Parte 4: Progettazione degli attacchi per utilizzo nel calcestruzzo".

Devolvi il tuo 5 x mille ad Associazione Ambiente e Lavoro Internazionale ONLUS
È stata da poco recepita anche in lingua italiana dalla Commissione Ingegneria strutturale la norma UNI EN 1992-4:2018 "Eurocodice 2 - Progettazione delle strutture di calcestruzzo - Parte 4: Progettazione degli attacchi per utilizzo nel calcestruzzo".

Questa nuova versione dell’Eurocodice 2, fornisce un metodo di progettazione per fissaggi (connessione di elementi strutturali e non strutturali a componenti strutturali), che sono utilizzati per trasmettere azioni al calcestruzzo. Questo metodo di progettazione utilizza modelli fisici che sono basati su una combinazione di prove e analisi numeriche secondo quanto descritto dalla EN 1990. Ulteriori regole per la trasmissione dei carichi dell'ancorante all'interno dell'elemento di calcestruzzo ai suoi appoggi sono indicate nella EN 1992-1-1.

Gli inserti inglobati negli elementi di calcestruzzo prefabbricati durante la produzione, sono trattati nel CENfrR 15728. Tali inserti rispettano le condizioni di controllo di produzione in fabbrica (FPC) e la dovuta armatura, e sono destinati all'utilizzo solo durante situazioni transitorie per il sollevamento e la movimentazione.

La UNI EN 1992-4 è destinata ad applicazioni relative alla sicurezza in cui la rottura di fissaggi può dare luogo al collasso o al collasso parziale della struttura, causare rischi per la vita umana o comportare perdite economiche significative. In questo contesto si applica anche a elementi non strutturali.

L’elemento di collegamento può essere staticamente determinato o staticamente indeterminato. Ogni appoggio può consistere in un ancorante o in un gruppo di ancoranti.

Il documento è valido per applicazioni che rientrano nello scopo e campo di applicazione delle norme della serie EN 1992.

Non tratta la progettazione dell'elemento di collegamento. Le regole per la progettazione dell'elemento di collegamento sono indicate nelle norme appropriate che soddisfano i requisiti sull'elemento di collegamento.

Nel documento vengono riportati i seguenti riferimenti normativi:
- EN 206 Concrete - Specification, performance, production and conformity;
- EN 1990 Eurocode - Basis of structural design;
- EN 1991 (tutte le parti) Eurocode 1: Actions on structures;
- EN 1992-1-1 Eurocode 2: Design of concrete structures - Part 1-1 : General rules and rules for buildings;
- EN 1992-1-2 Eurocode 2: Design of concrete structures - Part 1-2: General rules - Structural fire design;
- EN 1998 (tutte le parti) Eurocode 8: Design of structures for earthquake resistance.

Fonte: UNI