Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

PAF, pubblicata una nuova sezione dedicata alle "Atmosfere Iperbariche"

Pubblicata nel Portale degli Agenti Fisici (PAF) una nuova sezione dedicata alle "Atmosfere Iperbariche" che tratta i rischi connessi per i lavoratori che operano in tali condizioni.

Manuale di Primo Soccorso sula lavoro e in casa
Per lavoratori esposti ad atmofere iperbariche si intendono tutti i lavoratori che effettuano la loro attività in condizioni iperbariche, cioè in ambienti in cui la pressione è del 10% superiore alla pressione a livello del mare.
Il fattore specifico di rischio da esposizione ad atmosfere iperbariche è introdotto dal Decreto Legislativo 81/08. Tale aspetto viene inserito tra i fattori di rischio fisici nel Titolo VIII.

L’esposizione ad ambiente iperbarico può causare sia effetti di tipo acuto che di tipo cronico (barotrauma, intossicazione da gas inalati, patologie decompressive), con conseguenze più o meno gravi, che vanno dall’irritazione cutanea alla morte. I sintomi compaiono o durante o a seguito dell’esposizione, nel passaggio dall’ambiente in sovrapressione alla pressione atmosferica di partenza.

Descrizione del Rischio Atmosfere iperbariche

INDICE:
- Cosa sono le atmosfere iperbariche
- Attività lavorative in atmosfere iperbariche
- Effetti dell'esposizione ad atmosfere iperbariche


Fonte: PAF