Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

Presentata alla Camera la proposta di legge di modifica dell'art. 39 del D.Lgs. 81/08 concernente la designazione del medico competente

Presentata il 30 settembre 2016 alla Camera dei Deputati la proposta di legge C.4065 di modifica all'articolo 39 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, concernente la designazione del medico competente in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.

Il 30 settembre 2016 è stata presentata alla Camera dei Deputati la proposta di legge C.4065 d'iniziativa dei deputati:

RIBAUDO, BOCCUZZI, ALBANELLA, ARLOTTI, CANI, CAPODICASA, CAPONE, CASELLATO, CHAOUKI, CRIVELLARI, CULOTTA, D’OTTAVIO, GRECO, INCERTI, LA MARCA, LATTUCA, LODOLINI, PATRIZIA MAESTRI, MARANTELLI, MASSA, MINNUCCI, MOGNATO, MOSCATT,
PORTA, PREZIOSI, RACITI, ROSTAN, RUBINATO, GIOVANNA SANNA, SIMONI, VENTRICELLI, ZAPPULLA, ZOGGIA

"Modifica all’articolo 39 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, concernente la designazione del medico competente in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro"


PROPOSTA DI LEGGE


ART. 1.

1. Il comma 2 dell’articolo 39 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, è sostituito dai seguenti:

« 2. Ai fini della individuazione del medico competente, il datore di lavoro si rivolge all’azienda sanitaria competente territorialmente, la quale provvede alla designazione nell’ambito degli elenchi dei professionisti in possesso dei requisiti di cui all’articolo 38, attingendo dall’albo specialistico ambulatoriale tenuto presso la medesima azienda sanitaria locale.

2-bis. Il medico competente risponde del proprio operato all’azienda sanitaria competente territorialmente.

2-ter. Gli oneri per le prestazioni assolte dal medico competente sono determinati dall’azienda sanitaria competente territorialmente e sono integralmente posti a carico del datore di lavoro ».