Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

Presentata la campagna di comunicazione ISI 2018 "storiediprevenzione"

La campagna informativa INAIL vuole veicolare il messaggio secondo il quale investire in salute e sicurezza sul lavoro, oltre che un dovere giuridico-sociale per la tutela dei lavoratori, rappresenta un vantaggio in termini di produttività per le imprese.

Manuale di Primo Soccorso sula lavoro e in casa
La campagna di comunicazione ISI 2018 #storiediprevenzione veicola un messaggio con una duplice valenza, informativa e valoriale. L’obiettivo è quello di comunicare che, per le imprese, gli investimenti in prevenzione devono essere considerati un fattore di crescita e, per i lavoratori, un’opportunità per l’adozione di comportamenti sicuri attraverso la maggior conoscenza e consapevolezza dei rischi sui luoghi di lavoro.
I temi della salute e sicurezza sul lavoro vengono rappresentati nel visual attraverso immagini composite di lavoratori con uno stile digital oriented.
La strategia di comunicazione prevede la prosecuzione del percorso avviato lo scorso anno che rappresenta una linea di comunicazione nella quale si potranno inserire le videostorie realizzate dall’INAIL nella campagna di storytelling dedicata ai progetti ISI finanziati da INAIL per diffondere la conoscenza delle diverse azioni poste in essere nel tempo per il miglioramento della salute e sicurezza dei lavoratori.

I messaggi sono rivolti al mondo imprenditoriale, compresi gli imprenditori agricoli e i giovani imprenditori agricoli, agli enti del terzo settore e agli stakeholder.

I media pianificati per la diffusione sono: stampa quotidiana e periodica, radio nazionali e locali, televisione nazionale e locale, circuiti di videocomunicazione, il web e i canali social network istituzionali (Facebook, Twitter e Canale YouTube).

Periodo di diffusione: dicembre 2018-aprile 2019.

Fonte: INAIL