Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

Pubblicato Dossier Ambiente n. 120 "Idoneità fisica e capacità lavorativa"

"Idoneità fisica e capacità lavorativa. Aspetti giuridici e organizzativi" è il quarto numero di Dossier Ambiente pubblicato da Associazione Ambiente e Lavoro nel 2017.

Dossier 114
Dossier Ambiente n. 120 - IV trimestre 2017

"Idoneità fisica e capacità lavorativa. Aspetti giuridici e organizzativi"

A cura di: Giuseppe Massimo Cannella, Luigi Colantuoni e Norberto Canciani
Con la collaborazione di: Carlo Nava, Giuseppe Saia e Pasquale Zumbo
Con il contributo di: ATS Città di Metropolitana di Milano e INCA Lombardia

PREMESSA

Il quarto Dossier dell'anno 2017 affronta la tematica dell'idoneità dei lavoratori e dell'inidoneità sopravvenuta che determina una riduzione della capacità lavorativa o la totale inidoneità alla mansione.
Con i contributi di legali, medici del lavoro ed esperti della materia, entriamo nel merito di una tematica particolarmente sentita negli ambienti di lavoro perché incide sulla sfera personale dei singoli lavoratori, può comportare ripercussioni di natura economica e sicuramente presenta problematiche organizzative nell'ambito della gestione dei rapporti di lavoro.
Il Dossier è diviso in due parti che affrontano i vari aspetti con riferimento alle implicazioni sul rapporto di lavoro sostanziale e illustrano le prestazioni previdenziali e assistenziali che la legislazione mette a disposizione dei lavoratori inidonei alla mansione.
Un capitolo a parte, realizzato da medici del lavoro e operatori sanitari della ATS Città Metropolitana di Milano (ex ASL), illustra le modalità di svolgimento delle commissioni mediche per i ricorsi avverso i giudizi dei medici competenti e presenta l'esperienza degli ultimi anni con dati particolarmente interessanti che si riferiscono all'intero territorio della ATS che ha accorpato le ex ASL di Milano Città, Milano 1, Milano 2 e Lodi.
Nelle Appendici 2 e 3 vengono affrontati alcuni aspetti specifici che riguardano le problematiche affrontate dallo Studio LCG relativamente alle malattie professionali generate dall'esposizione alle polveri d'amianto (Appendice 2) e al tema dei diritti e doveri dei lavoratori sieropositivi (Appendice 3).
Il Dossier è stato realizzato con la collaborazione diretta dello Studio Legale LCG di Milano ed è stato curato dagli avvocati Giuseppe Massimo Cannella e Luigi Colantuoni, insieme al sottoscritto.
Un importante e fondamentale contributo è stato fornito dal Patronato INCA di Milano che ha illustrato le modalità di gestione del re inserimento lavorativo dei soggetti inidonei alla mansione nonché le diverse prestazioni previdenziali e assicurative previste dalla legislazione vigente.
Il capitolo relativo alla sorveglianza sanitaria è stata realizzato dal dott. Carlo Nava, mentre le parti più strettamente di natura giuslavoristica e previdenziale sono state curate dagli avvocati Pasquale Zumbo, partner dello Studio Daverio & Florio di Milano e Giuseppe Saia di Bergamo.
Con questo Dossier speriamo di aver fornito un'utile e completa disamina di questi argomenti anche se, ovviamente, non pensiamo di aver esaurito tutti gli aspetti che riguardano un tema di particolare interesse soprattutto per alcuni settori lavorativi e in continua evoluzione, anche normativa e giurisprudenziale.
Ricordiamo, in particolare, che l'invecchiamento della popolazione lavorativa determinato dalle
politiche pensionistiche vigenti comporta un acuirsi di queste problemariche e che, in particolari settori lavorativi quali gli ospedali e le cure assistenziali in genere, dover affrontare il tema delle inidoneità anche solo parziali alla mansione, comporta significativi problemi di natura organizzativa, con possibili ripercussioni anche sul servizio erogato.
Ringraziamo tutti gli autori per gli importanti interventi e per l'elevata qualità dei contributi e, in particolare gli avvocati Cannella e Colantuoni, già citati, per il rilevante e apprezzato lavoro di raccordo di tutti gli interventi ospitati in questo Dossier.
Norberto Canciani