Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

Pubblicato Dossier Ambiente n. 124 "Smart working"

E' disponibile "Smart working" ultimo numero del 2018 di Dossier Ambiente che verrà spedito nei prossimi giorni agli abbonati. Rinnova ora l'abbonamento 2019.

 Smart Working
Dossier Ambiente n. 124 - IV trimestre 2018

"Smart working"

A cura di Renata Borgato.

Hanno collaborato alla realizzazione del Dossier: Massimo Balzarini, Veronica Bonanomi,
Luciano Bonetti, Renata Borgato, Ferruccio Capelli, Paola Cristiani, Debora De Nuzzo, Emmanuele Del Piano, Giulio Destri, Samantha Gamberini, Anna Guardavilla, Luciano
Pero, Anna Piacentini, Luisa Pogliana, Federico Ricci, Fabrizio Salmi, Paolo Santucci, Maria Rosaria Spagnuolo, Giusi Vignola.

PREMESSA

La Legge 22 maggio 2017 n. 81, riguardante "Misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e misure volte a favorire l'articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del lavoro subordinato", ha definito e introdotto il LAVORO AGILE (SMART WORKING) "allo scopo di incrementare la competitività e agevolare la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro (...)". A distanza di un anno e mezzo dall'entrata in vigore di questa legge e alla luce delle molte esperienze fatte, abbiamo pensato di proporre una serie di riflessioni su diversi aspetti e punti di vista, determinati da questa nuova modalità di articolazione del lavoro.
Considerando che hanno collaborato a questa monografia sociologi, psicologi, giuristi, esperti di comunicazione e ricercatori, ingegneri, architetti, medici, nonché rappresentanti delle parti sociali, riteniamo di poter offrire visioni provenienti da diverse angolazioni sulle modalità applicative, sugli elementi di interesse ma anche sulle nuove problematiche intervenute, proprio con riferimento alla salute e al benessere dei lavoratori.
Naturalmente, dobbiamo ringraziare tutti gli autori, per aver fornito contributi di alto contenuto professionale e culturale, anche al fine dell'apertura di un più ampio dibattito su questi temi.
Un ringraziamento particolare a Renata Borgato, che ha coordinato tutti gli interventi e ha curato l'intera pubblicazione.
L'ultimo ringraziamento è rivolto a Luciano Bonetti che, consentendo la pubblicazione di alcune sue opere, ci permette di riprendere contatto con l'essenza della vita, fatta di incontri non solo virtuali.
Ovviamente, sui temi dell' organizzazione del lavoro ci sarà modo di riprendere la discussione, perché l'evoluzione sempre più rapida del mondo del lavoro determinerà inevitabilmente la necessità di affrontare nuove e sempre più complesse realtà.

Norberto Canciani