Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

Pubblicato il rapporto 2018 sul sistema di allarme rapido per prodotti pericolosi (Safety Gate)

La Commissione europea ha pubblicato il rapporto del 2018 sul Safety Gate: il sistema di allarme rapido per prodotti non alimentari pericolosi, precedentemente noto come Early Warning System. Giocattoli e automobili sono in cima alla lista dei prodotti pericolosi per i consumatori europei.

Devolvi il tuo 5 x mille ad Associazione Ambiente e Lavoro Internazionale ONLUS
Il rapporto "Safety Gate: just a click to keep away from dangerous products. 2018 results of the Rapid Alert System for dangerous non-food products" mostra che le autorità hanno scambiato 2257 segnalazioni relative a prodotti pericolosi. La categoria di prodotti che ha totalizzato il maggior numero di notifiche è quella dei giocattoli (31%), seguita dai veicoli a motore (19%) e dall'abbigliamento, prodotti tessili e articoli di moda (10%); mentre i principali rischi segnalati sono il rischio chimico e il rischio di lesioni (25% ciascuno), seguiti dal rischio di soffocamento per i bambini (18%).

I richiami dei prodotti sono una delle misure più frequentemente utilizzate per ridurre i rischi rappresentati dai prodotti pericolosi, ma la percentuale di prodotti recuperati con successo dai consumatori è generalmente bassa. I risultati di una nuova indagine mostrano come un terzo degli intervistati continuino deliberatamente ad utilizzare prodotti che sono stati richiamati, il che suggerisce che l'avviso di richiamo non abbia molto effetto sui consumatori e che i rischi segnalati possano essere comunicati in modo non sufficientemente chiaro.

Più della metà dei prodotti pericolosi rilevati proviene dalla Cina, la cooperazione con le autorità cinesi nel settore della sicurezza dei prodotti rimane una priorità ma i risultati sono ancora parziali. La Commissione continua la collaborazione con le autorità competenti cinesi per migliorare la situazione a partire dalla sensibilizzazione sulle norme di sicurezza dei prodotti che devono essere rispettate per la vendita ai consumatori dell'UE.

Dal 2003, grazie al sistema di allarme rapido denominato Safety Gate, le informazioni sui prodotti non alimentari pericolosi che vengono ritirati dal mercato e/o richiamati dal produttore in qualsiasi parte d'Europa vengono rapidamente trasmessi agli Stati membri e alla Commissione europea. In questo modo, misure di controllo appropriate (divieto/cessazione delle vendite, ritiro dal mercato, richiamo da parte del fabbricante o rifiuto di importazione da parte delle autorità doganali) possono essere adottate ovunque nell'Unione.