Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

Seminario "Social art: l’uso dell’arte come strumento educativo e di formazione alla salute e alla sicurezza" - Milano, 27 febbraio 2018

Il seminario "Social art: l’uso dell’arte come strumento educativo e di formazione alla salute e alla sicurezza" si svolge nella giornata del 27 febbraio 2018 a Milano.

Manuale di Primo Soccorso sula lavoro e in casa
Social art: l’uso dell’arte come strumento educativo e di formazione alla salute e alla sicurezza
Milano, 27 febbraio 2018 - ore 14.00-18.00
Istituto Tecnico Industriale Carlo Bazzi, Aula Magna - Via Cappuccio 2

L’idea di proporre un momento di confronto e di riflessione sulle metodologie formative, e più
nello specifico sull’uso dell’arte come strumento per veicolare cultura e conoscenza, nasce
dall’esperienza e dalla sperimentazione maturate nel campo della formazione e dell’insegnamento.
Ogni buon professionista della formazione sa bene che il processo formativo può essere efficace se tiene conto non solo del "cosa", ovvero degli aspetti giuridici, tecnici, normativi,
operativi, ma anche del "come". È indispensabile quindi interrogarsi su quali possano essere le
modalità di comunicazione più incisive e durature per trasmettere una cultura preventiva in tema di salute e sicurezza.
Nasce di conseguenza il bisogno di trovare gli strumenti comunicativi più adatti per accrescere e migliorare le competenze di giovani studenti e lavoratori, nell’osservazione del contesto in cui operano, sia esso di lavoro che di studio.
Una delle importanti funzioni dell’arte è quella di stimolare e incuriosire e la persona incuriosita non si annoia e interagisce con gli altri per trovare risposte ai quesiti che via via si pongono in un percorso formativo. Arte contro la noia dunque, in favore della rielaborazione
creativa e del confronto con gli altri.

Partecipazione gratuita con iscrizione obbligatoria