Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

 > news in dettaglio

Seveso III, pubblicate dal Ministero dell'Ambiente le risposte ai quesiti n.17/2019 e n.18/2019

Il Ministero dell’Ambiente ha pubblicato sul proprio sito web la risposta ai quesiti n. 17/2019 "Distanze danno emissioni atmosfera" e n. 18/2019 "Assoggettabilità serbatoio a servizio oleodotto", elaborate a seguito della riunione del Coordinamento nazionale del 13 marzo 2019.

Devolvi il tuo 5 x mille ad Associazione Ambiente e Lavoro Internazionale ONLUS
MINISTERO DELL'AMBIENTE, DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE

QUESITI PRESENTATI AL COORDINAMENTO RIGUARDANTI L’APPLICAZIONE DEL D.LGS.105/2015


Risposte approvate nella riunione del 13 marzo 2019

Quesito 17/2019:
Al fine della elaborazione del Piano di Emergenza Esterna, nell’ambito dell'analisi di rischio, per la definizione di un'area di danno derivante dalla dispersione di una nube tossica, è corretto non rappresentare la distanza di danno se il livello di concentrazione della soglia di riferimento (LC50, IDLH o LoC) non viene raggiunto alla quota assunta per la valutazione degli effetti tossici per l’uomo?

Quesito 18/2019:
Un serbatoio, installato presso una stazione di spinta per oleodotti di collegamento tra depositi di oli minerali e pontili, separato fisicamente dallo stabilimento per cui esercisce, può essere considerato soggetto al D.Lgs. 105/2015?